Press ESC to close

WC anticalcare: 4 consigli per rimuovere le macchie di tartaro

Quando si pulisce, il compito di pulizia più noioso è il bagno, in particolare la toilette. La zona non è la più coinvolgente, sì, ma è anche la più importante! Oltre a rimuovere sporco, germi e batteri, è essenziale trattare in modo ottimale le tracce di acqua dura sulle pareti del WC. Fortunatamente, la soluzione è alla portata di tutti!

Pulizia del bagno: come sbarazzarsi delle macchie di calcare incorporate nella tazza del water?

Pulizia di una tazza del water

Quando si osservano le tracce di calcare che hanno avuto il tempo di formarsi sulle pareti dei bagni, si può immaginare quanto sia difficile sradicarle. Ma non preoccupatevi, è solo un’impressione quando sapete come affrontarla. Segui questi passaggi e dì addio a quelle macchie ostinate:

1. Aceto bianco e sale da cucina

Questo è un prodotto che la maggior parte di voi usa. Il sale può essere associato solo agli alimenti, ma è un ottimo detergente grazie al suo potere abrasivo. Ed è questo trucco che verrà utilizzato per migliorare l’effetto pulente dell’aceto bianco. Anche in questo caso, il processo è molto semplice.

Come fare?

  1. Fate bollire una casseruola riempita con due bicchieri di aceto bianco. Ventilare la stanza allo stesso tempo;
  2. Una volta raggiunta l’ebollizione, spegnete il fuoco;
  3. Sciogliere mezza tazza di sale grosso nell’aceto;
  4. Mescolate un po’ con un cucchiaio di legno capiente;
  5. Indossando i guanti, versare la soluzione nella tazza del water;
  6. Usando uno scopino, strofina le parti interessate dal calcare;
  7. Lasciare in posa per 30 minuti e poi tirare lo sciacquone.

2. Aceto bianco e succo di limone

Limone e aceto bianco. Detergenti Naturali

Cominciamo con una comoda combinazione. Ti suggeriamo di sfruttare l’aceto bianco e il limone, due ottimi disincrostanti che sono costituiti rispettivamente da acido acetico e acido citrico, due elementi che combattono a testa alta le macchie di ogni tipo!  E il calcare non viene risparmiato.

Come fare?

  1. Mescolare 1/2 bicchiere di aceto bianco con un altro bicchiere di succo di limone;
  2. Versare entrambi gli ingredienti in un contenitore;
  3. Con il lato ruvido di una spugna, strofinare delicatamente la superficie del wc colpita da incrostazioni di calcare;
  4. Lasciare riposare per 10 minuti o più e risciacquare.

Idealmente, questa operazione di decalcificazione naturale dovrebbe essere eseguita su base settimanale per prevenire i famosi  segni giallastri sulle tazze del water.

3. Bicarbonato di sodio

È difficile non notare un decalcificante naturale come il bicarbonato di sodio per la sua capacità di eliminare le tracce di calcare in modo naturale.

Come fare?

  1. Iniziamo versando un bicchiere di aceto bianco sul fondo della ciotola;
  2. Lasciare riposare per 5 minuti;
  3. Versare un bicchiere di bicarbonato di sodio e due bicchieri di aceto bianco. Anche se non è consigliabile mescolare i due ingredienti poiché si annullano a vicenda, è la reazione frizzante della loro combinazione che stiamo cercando qui. Da quel momento in poi, la bilancia si disintegrerà lentamente dalle pareti;
  4. Con lo scopino, strofina contemporaneamente i segni;
  5. Anche in questo caso, lasciare riposare per 30 minuti e poi strofinare nuovamente fino a quando il deposito non viene completamente rimosso;
  6. Tira lo sciacquone e goditi il risultato.

4. Carta vetrata

Macchie nere di calcare

Quando alla fine il calcare sembra più difficile da rimuovere del previsto, l’effetto del bicarbonato di sodio, del limone o dell’aceto sarà più lento e… Non tutti siamo armati di pazienza. In questo caso, un po’ più di lavoro manuale non guasta! La carta vetrata è l’oggetto di cui hai bisogno se vuoi un risultato più veloce. L’unica avvertenza è quella di fare attenzione a non danneggiare la porcellana.

Come fare?

  1. Il primo passo è lucidare gli strati minerali in modo che la parte superficiale sia attenuata. Concentrati solo sulle chiazze tartare e opta anche per una carta vetrata a grana media.
  2. Una volta levigato il calcare, è meglio passare a una carta a grana fine per non alterare la porcellana. Certo, rimaniamo cauti e rimaniamo sulle zone da trattare, facendo attenzione a non toccare le zone che non ci riguardano.
  3. Tirare lo sciacquone una volta che il deposito di calcare è sparito.

Con questi semplici consigli, sarai in grado di porre fine alle macchie di tartaro ostinate! Il tuo bagno sarà molto più presentabile senza troppe difficoltà!