Alcuni automobilisti non esitano a personalizzare il proprio veicolo, imbottendolo di gadget e altri dispositivi tecnologici. Sebbene siano per lo più estetici, alcuni sono comunque utili, soprattutto in caso di incidente. A questo proposito, l’uso della dashcam sta diventando sempre più democratizzato. Tuttavia, una domanda circonda questo dispositivo: che dire della sua collocazione all’interno del veicolo?

Vuoi dotare la tua auto di una dashcam, ma non sai dove metterla. Ecco alcune informazioni che sicuramente ti aiuteranno.

Qual è il posto migliore per installare un dascham in un’auto?

Alcuni automobilisti non lesinano sulle risorse quando si tratta della loro auto. Infatti, dotare il proprio veicolo degli ultimi accessori e altri gadget tecnologici diventa per loro un vero e proprio capriccio. Se la maggior parte delle volte questi aggiustamenti sono di natura estetica, un altro criterio non è meno importante per loro, ovvero  quello della sicurezza . In quest’ottica, sempre più automobilisti sono interessati a un dispositivo sempre più diffuso: la dashcam, ovvero la telecamera di bordo. Destinato a filmare e registrare tutto ciò che accade sulla strada,  questa apparecchiatura può essere formidabile come prova affidabile, in caso di scontri, collisioni o incidenti.. Tuttavia, pochi conducenti sanno dove posizionarlo effettivamente all’interno del proprio veicolo.

Scontro tra due auto

logo pinterest

Scontro tra due auto – Fonte: spm

Posizione del dascham: una questione di visibilità prima di tutto

Sempre più apprezzata dagli automobilisti, la dashcam è diventata nel tempo indispensabile al punto che la maggior parte degli automobilisti non esita più a collocare questa attrezzatura nei propri veicoli. Questa scatola dotata di una telecamera che dovrebbe registrare tutto ciò che accade, una volta in viaggio, deve essere utilizzata in modo ottimale , da qui la necessità di scegliere con cura la sua posizione.

A questo proposito, le opzioni a tua disposizione non mancano. In effetti, il primo posto che mi viene in mente è il parabrezza. Quest’ultima ha un grande vantaggio: non ostruisce l’obiettivo della telecamera di bordo, che avrà quindi un campo visivo libero e potrà registrare tutto a patto che la sua inquadratura e il suo angolo di visione siano opportunamente regolati.

Il secondo posto a cui puoi pensare di posizionare la tua dashcam è  la dashboard . Abbastanza ampia, quest’ultima può ospitare la telecamera di bordo, senza che questa si trovi nel campo visivo del guidatore.

Ma se c’è un posto considerato ideale per l’installazione della dashcam, è proprio sotto lo specchio centrale. Il motivo è semplice,  essendo posizionato in questo luogo, quest’ultimo non interferirà con il guidatore e il suo obiettivo può allo stesso tempo percorrere la strada nella sua interezza .

Dashcam sotto lo specchio centrale

logo pinterest

Dashcam sotto lo specchio centrale – Fonte: spm

Quali sono i diversi tipi di dashcam?

A seconda dei desideri e delle esigenze degli automobilisti, è possibile optare per diversi modelli di dashcam. Tuttavia, oggi sul mercato sono disponibili tre tipi di dash cam, ciascuno con vantaggi e svantaggi.

La dashcam single-lens:  classica ed economica, questa telecamera che, come suggerisce il nome, permette di filmare solo ciò che le accade davanti. Sarà utile, soprattutto se  l’incidente si verifica  nella parte anteriore del veicolo.

La dashcam dual-lens:  in questo caso la telecamera di bordo ha due obiettivi, uno anteriore e uno posteriore, oppure due obiettivi separati che possono essere collegati tramite un cavo. Pratico quindi,  visto che puoi posizionare due obiettivi separatamente, così da filmare tutto ciò che accade davanti e dietro il tuo veicolo . Unico problema, la qualità dell’immagine di cui soffre questo doppio dispositivo, a meno che non ne paghiate il prezzo!

La dashcam con visione panoramica:  se sei il tipo che vuole controllare tutto ciò che accade intorno al tuo veicolo, allora questa è la telecamera di bordo che fa per te! Capace di filmare a 360°, questa dashcam può ruotare su se stessa e filmare tutto ciò che passa davanti, dietro, a destra e a sinistra della tua auto. L’unico aspetto negativo è il suo prezzo più alto.

È un dato di fatto, la dashcam può essere estremamente utile, soprattutto quando si tratta di trovare un automobilista colpevole di un mordi e fuggi a seguito di una collisione o di un incidente. Da qui la necessità di posizionarlo correttamente all’interno del tuo veicolo.

Come riparare una dashcam in macchina?

  1. Acquista una dashcam adatta alle tue esigenze e al tuo budget. Assicurati di controllare le specifiche del dispositivo e assicurati che sia compatibile con il tuo veicolo.
  2. Installa la dashcam nel veicolo. La maggior parte delle dash cam si attacca al parabrezza o al cruscotto con un supporto adesivo o magnetico. Seguire le istruzioni del produttore per garantire un’installazione corretta.
  3. Collega l’alimentatore della dashcam. La maggior parte delle dash cam è alimentata dalla porta del caricabatterie del veicolo, ma alcune potrebbero richiedere una configurazione del cablaggio più complessa. Seguire le istruzioni del produttore per collegare in modo sicuro l’alimentatore.
  4. Configura le impostazioni della dashcam. La maggior parte delle dash cam dispone di impostazioni di base personalizzabili, come la risoluzione dell’immagine, la sensibilità del sensore di movimento e la durata della registrazione. Consultare il manuale dell’utente su come accedere e modificare queste impostazioni.
  5. Metti alla prova la tua dashcam. Una volta impostato tutto, accendi il veicolo e controlla che la dashcam stia registrando correttamente. Assicurati che l’immagine sia nitida e che le impostazioni siano corrette. In caso di problemi, consultare il manuale dell’utente o contattare il produttore per assistenza.