Press ESC to close

In che modo la disposizione degli specchietti della tua auto può aumentare il rischio di furto?

Ti sei mai chiesto come fanno i ladri a prendere di mira le auto per rubare o rapinare? Non sei certo l’unico. Nel 2022, i furti d’auto sono di nuovo in aumento in Francia dopo un decennio di costante calo. E con una frequenza di un furto ogni 5 minuti, secondo il barometro SRA (automotive safety and repair), hai tutto il diritto di preoccuparti del tuo veicolo e di aver paura di rubare. Ma grazie alle informazioni divulgate dal media britannico The Telegraph, sappiamo un po’ di più sugli elementi che motivano i criminali ad attaccare determinate auto piuttosto che altre. Probabilmente sarai sorpreso di apprendere che i tuoi specchietti esterni giocano un ruolo inaspettato in questo, per non dire altro.

Le informazioni sono state raccolte da ladri d’auto condannati nel Regno Unito. Dal loro luogo di detenzione, alcuni di loro hanno rivelato un significativo indizio che ha permesso loro di prendere rapidamente di mira le auto parcheggiate in strada, con la certezza di poterle  rubare  o sequestrare gli oggetti di valore presenti all’interno. Tutto dipende, secondo loro, dalla posizione degli specchietti esterni.

In che modo la disposizione degli specchietti della tua auto può aumentare il rischio di furto?

Può sembrare sorprendente, ma nel Regno Unito l’informazione è presa molto sul serio, tanto che i servizi di polizia, gli assicuratori auto e le università britanniche hanno messo in guardia gli automobilisti da un atteggiamento, definito “pigro” dagli stessi ladri, che consentirebbe loro per identificare i “veicoli giusti” da prendere di mira. E se hai un veicolo ultimo modello, questa informazione ti riguarda prima. Di cosa si tratta ?

Gli specchietti retrovisori esterni aperti possono essere un “semaforo verde” per i ladri

Molti guidatori forse non lo sanno, ma gli specchietti retrovisori esterni schierati su alcune auto, quando parcheggiate, indicano ai ladri che probabilmente sono sbloccati e quindi accessibili. Infatti, su buona parte dei modelli recenti, gli specchietti esterni elettrici si ripiegano automaticamente quando il veicolo viene immobilizzato e bloccato. I ladri si affidano quindi a questa caratteristica per identificare i loro obiettivi. Questo secondo un’intervista tra il dottor Keith Floyd, un ex ispettore capo della polizia e criminologo presso l’Università di Huddersfield, e autori di furto d’auto che ha intervistato in prigione. Citato dai nostri colleghi dei media  The Telegraph , in un articolo pubblicato lo scorso agosto, ha messo in guardia il rischio che corrono gli automobilisti non prestando attenzione a quello che potrebbe sembrare solo un dettaglio  : “Con molte auto moderne di questi tempi, gli specchietti retrovisori aperti equivalgono nella mente del ladro a una porta aperta perché di default molti sono impostati o possono essere modificati dal software da chiudere quando l’auto è bloccata, come una conferma di blocco. E ‘così semplice. Gli specchietti aperti possono essere una luce verde per il furto “, ha detto.

Furto di auto

logo pinterest

Furto di auto. Fonte: spm

Specchietti esterni aperti, un invito ad entrare senza scassinarsi

Secondo le rivelazioni riportate dal dottor Keith Floyd,  la negligenza di alcuni automobilisti sarebbe alla base dell’esplosione dei furti d’auto. Infatti, mentre prima i ladri dovevano tirare le maniglie delle porte delle auto parcheggiate per identificare quelle le cui porte non erano chiuse, oggi un semplice sguardo da lontano permette loro di identificare i veicoli potenzialmente accessibili e che possono rubare senza rischiare di far scattare l’allarme o suscitare il sospetto dei passanti. Insomma, pane benedetto per questi indelicati che devono solo aprire la portiera, sistemarsi nell’abitacolo e perpetrare il loro delitto in tutta tranquillità. Ma per il titolare la sanzione può essere doppia. Infatti, se è relativamente più facile dimostrare che il furto d’auto (furto di un’auto accompagnato da minacce o violenze contro il conducente) venga risarcito dall’assicuratore dell’auto, tutta un’altra storia nei casi in cui i furti vengono commessi senza scasso. Molte compagnie di assicurazione auto richiedono una prova di vandalismo prima di qualsiasi risarcimento. 

E in assenza di un’irruzione qualificata, possono concludere che l’automobilista è stato imprudente o negligente, ritenerlo responsabile del furto e rifiutare qualsiasi risarcimento, soprattutto se questo è menzionato nero su bianco nel suo contratto di assicurazione. Non esitare, inoltre, a dare un’occhiata alla tua, prestando particolare attenzione alle piccole indicazioni a fondo pagina. possono concludere che l’automobilista è stato imprudente o negligente, ritenerlo responsabile del furto e rifiutare qualsiasi risarcimento, soprattutto se questo è menzionato nero su bianco nel suo contratto di assicurazione. Non esitare, inoltre, a dare un’occhiata alla tua, prestando particolare attenzione alle piccole indicazioni a fondo pagina. possono concludere che l’automobilista è stato imprudente o negligente, ritenerlo responsabile del furto e rifiutare qualsiasi risarcimento, soprattutto se questo è menzionato nero su bianco nel suo contratto di assicurazione. Non esitare, inoltre, a dare un’occhiata alla tua, prestando particolare attenzione alle piccole indicazioni a fondo pagina.

In caso di furto senza scasso

logo pinterest

In caso di furto senza scasso, a volte è difficile ottenere un risarcimento dall’assicuratore. Fonte: spm

Specchietti esterni, serrature delle porte: questi piccoli gesti che possono ridurre il rischio di furto

Reagendo alle osservazioni riportate dal dottor Keith Floyd, il capo britannico del National Council of Police Chiefs sulla criminalità automobilistica, Jenny Sims, non ha mancato di ricordare alcuni gesti semplici ma efficaci per ridurre il rischio di furto d’auto: “Chiudere a chiave il proprio veicolo, anche quando stai facendo rifornimento o parcheggiato nel tuo vialetto, riduce notevolmente la possibilità che venga preso di mira da un ladro opportunista. Anche se hai chiuso a chiave il tuo veicolo, controlla di non aver lasciato aperti i finestrini o il tetto apribile”, ha raccomandato. Continuando, ha inoltre sottolineato che “i veicoli di oggi sono generalmente più difficili da rubare che mai, a meno che il ladro non possa  accedere alla chiave o al telecomando. per clonarli. 

Sulla stessa linea, Jack Cousens, responsabile della politica stradale dell’AA (The Automobile Association, una compagnia britannica di assicurazioni auto) ha insistito sulla responsabilità degli automobilisti: “Come se non bastasse, gli automobilisti spesso si limitano a premere i pulsanti sul telecomando e fidati delle onde radio che la loro auto è stata bloccata. Tuttavia, i ladri ora hanno messo le mani sulla tecnologia di blocco del segnale che consente loro di intercettare la richiesta della chiave, il che significa che i conducenti si allontanano inconsapevolmente lasciando l’auto sbloccata. Per lui, “aspettare cinque secondi in più per controllare gli specchietti e la maniglia è tutto ciò che serve per assicurarsi che l’auto sia bloccata prima di partire”. »

La negligenza può aumentare il rischio di furto dell'auto

logo pinterest

La negligenza può aumentare il rischio di furto dell’auto. Fonte: spm

Come abbiamo appena visto, non tutti i casi di furto sono sistematicamente coperti dalla tua assicurazione auto. In caso di negligenza, la tua responsabilità potrebbe essere assunta . L’allerta dal Regno Unito è dunque da tenere in considerazione perché se è vero che il rischio zero non esiste, qualche accortezza in più può fare la differenza.