Hai un iPhone tra le mani? Tieni presente che le ultime versioni del marchio Apple hanno introdotto una moltitudine di funzionalità relative alla privacy che riducono notevolmente le pratiche delle applicazioni scaricate. Se hai già installato gli aggiornamenti, probabilmente avrai notato la presenza dei pallini colorati che compaiono nella barra di stato. Incuriosito da quella famosa luce arancione nella parte superiore dello schermo? Ecco a cosa serve.

Riepilogo

Cosa significa il punto arancione sul tuo iPhone?

Usando il tuo iPhone

Hai notato la presenza di una luce arancione in alto a destra del tuo schermo, sopra l’icona del segnale, senza capirne il significato. Bene, sappi che ti avvisa che il tuo microfono è acceso e sta registrando. Lo avrai sicuramente notato quando stavi usando la funzione Siri, per esempio. Questa luce è stata appositamente progettata per motivi di privacy in modo che tu sappia quando effettui il check-in. Inoltre, se il puntino si accende da solo, anche se non stai utilizzando il microfono, potrebbe significare che un’applicazione ti sta registrando. Per essere sicuri, non devi fare altro che accedere al centro di controllo: puoi rilevare rapidamente quale applicazione sta utilizzando il microfono. In questo caso,

E per quanto riguarda il punto verde?

Allo stesso modo, anche il punto verde è una bandiera rossa, ma questo indica che la fotocamera è in uso. Si illumina per le fotocamere anteriore e posteriore, quindi noterai un  punto verde  ogni volta che scatti foto o video. Ma anche quando parli su Face Time o quando sblocchi il cellulare con Face ID. Proprio come con il punto arancione, se si accende improvvisamente quando non stai utilizzando la fotocamera, vai al centro di controllo per verificare quale app lo sta utilizzando.

Leggi anche: Perché non dovresti parlare al cellulare quando è in carica? L’errore che fanno molte persone

Buono a sapersi:  se noti che queste luci si accendono durante le chiamate audio o mentre navighi su Skype, Zoom, Facebook o Messenger, non preoccuparti, è normale.

Come proteggere i tuoi dispositivi mobili?

Usa il tuo telefono

Proteggere il proprio Smartphone da occhi indiscreti è il leitmotiv di tutti gli utenti. Tutti temiamo intrusioni dannose o l’accesso ai nostri dati personali. Fortunatamente, ci sono diverse azioni da mettere in atto per proteggere al meglio il tuo dispositivo.

Leggi anche: Furto carburante: il nuovo metodo dei teppisti per attaccare il serbatoio della tua auto

Ecco le regole d’oro da seguire per proteggere la tua privacy:

  • Usa sempre password complesse e ricorda di abilitare il blocco automatico del dispositivo.
  • Assicurati di crittografare i dati sul tuo cellulare.
  • Installa regolarmente gli aggiornamenti di sicurezza.
  • Eseguire sistematicamente il backup dei dati personali.
  • Usa un antivirus affidabile e sicuro.
  • Assicurati di installare app da  siti Web e negozi ufficiali e leggi attentamente tutte le note legali.
  • Tieni sempre d’occhio il tuo dispositivo ed evita di prestarlo a sconosciuti, anche solo per pochi minuti.
  • Per quanto possibile, evita di connetterti a reti WiFi pubbliche o sconosciute. Questo è il territorio preferito di hacker e criminali informatici!
  • Per motivi di sicurezza, evita di annotare alcune informazioni sensibili e codici segreti sul tuo cellulare.
  • Applicazioni: prima di scaricarle leggi sempre i commenti, siano essi positivi o negativi. È un’importante miniera di informazioni, soprattutto per quanto riguarda il funzionamento dell’applicazione. Se qualcuno avverte “non è molto efficiente” o “è pieno di adware”, meglio non averlo sul cellulare.
  • Controlla le autorizzazioni dell’app . Prima di scaricarlo, leggi attentamente tutti i permessi richiesti e assicurati che siano giustificati. La concessione di autorizzazioni errate può inviare dati sensibili ai criminali informatici. Se qualcosa sembra insolito o sospetto, rifiuta l’installazione.