Le lavastoviglie progettate per risparmiare tempo e fatica a volte possono non funzionare correttamente durante il lavaggio. Capita infatti in certi casi di essere obbligati ad asciugare le stoviglie a mano anche dopo aver effettuato un ciclo di asciugatura. Se ti ritrovi con i piatti bagnati dopo un lavaggio in lavastoviglie, ecco i 5 motivi più comuni.

Se la tua lavastoviglie non asciuga più piatti, cucchiai, padelle e altri utensili da cucina, il problema potrebbe derivare da diversi fattori. Sebbene la possibilità di un malfunzionamento del dispositivo non possa essere completamente esclusa,  semplici modifiche alle tue pratiche quotidiane  a volte possono fare la differenza. Per fare ciò, è necessario conoscere i possibili motivi che hanno portato il tuo elettrodomestico a estrarre i piatti bagnati.

caricamento della lavastoviglie

logo pinterest

Caricamento lavastoviglie – Fonte: spm

5 motivi per cui i piatti sono rimasti bagnati dopo essere usciti dalla lavastoviglie

Ecco le insidie ​​comuni da evitare se vuoi assicurarti che la tua lavastoviglie esca con stoviglie asciutte e pronte per essere riposte.

  1. I piatti sono caricati in modo errato nella lavastoviglie

Il caricamento improprio di oggetti negli scomparti o il sovraccarico di piatti sporchi possono lasciare gli oggetti umidi  a causa del flusso d’aria limitato.  Anche l’efficienza di pulizia si riduce con una lavastoviglie sovraccarica perché l’acqua e il detersivo non coprono tutti gli oggetti domestici. Per stoviglie più asciutte, ecco come caricare i cestelli della lavastoviglie:

Nel cestello superiore posizionare ciotole, bicchieri e tazzine e disporli capovolti e inclinati per facilitare il risciacquo e l’asciugatura.

interno della lavastoviglie

logo pinterest

Interno lavastoviglie – Fonte: spm

I piatti da portata, i piatti piani e gli utensili da cucina devono essere riposti  nel cestello inferiore  , posizionandoli sempre capovolti per un’esposizione ottimale all’aria. Inoltre, è importante rispettare lo spazio tra gli articoli. Infine, evita di posizionare gli oggetti uno accanto all’altro e posiziona forchette, coltelli e cucchiai uno accanto all’altro per favorire il flusso d’aria. Inoltre, sembra  che non si debbano mai lavare i piatti prima di metterli in lavastoviglie.

  1. Scarico improprio dei piatti nella lavastoviglie

Se si scarica il cestello superiore prima del cestello inferiore, l’acqua residua gocciolerà sulle stoviglie asciutte sottostanti. Per evitare ciò,  preferire sempre scaricare il cesto inferiore  prima del cesto superiore.

  1. Gli oggetti in plastica non si seccano in lavastoviglie

Mentre l’alta temperatura è trattenuta da materiali come vetro o ceramica, non è dalla plastica. Pertanto, il processo di evaporazione delle gocce d’acqua sarà più lento e quindi causerà oggetti di plastica bagnati. Quindi preferisci il lavaggio a mano  per questo tipo di articolo.

  1. Non si attiva l’asciugatura a caldo della lavastoviglie

Anche prima di iniziare un ciclo di lavaggio,  è necessario avviare la funzione di asciugatura a caldo  in modo che le stoviglie si asciughino più velocemente dopo il lavaggio. Quindi non esitare ad attivare tutte le funzioni di asciugatura.

  1. Non si aggiunge brillantante per lavastoviglie

Astenendosi dall’aggiungere brillantante, ci si priva del miglioramento delle prestazioni di asciugatura del proprio elettrodomestico. Il brillantante consente a bicchieri e stoviglie  di asciugarsi in modo più efficiente  perché costringe le gocce d’acqua ad essere lavate via più facilmente.

piatti puliti

logo pinterest

Piatti puliti – Fonte: spm

Mantieni pulite le tue lavastoviglie per un funzionamento più efficiente

Per raggiungere questo obiettivo, la lavastoviglie deve essere pulita periodicamente per un funzionamento ottimale.

– Rimuovere il filtro, le griglie e i portautensili dalla lavastoviglie

Rimuovi le griglie, i portautensili e il filtro per accedere meglio a crepe e fessure. Metteteli poi a bagno in un recipiente di acqua tiepida  e  una tazza di aceto bianco distillato  Lasciare riposare per 30 minuti a 1 ora prima di risciacquare.

– Pulire i detriti dalla lavastoviglie

Strofina tutte le pareti della tua macchina, esamina il filtro e il distributore e controlla anche se non ci sono residui nei piccoli fori e nelle fessure attraverso cui scorre l’acqua. Se vedi particelle di cibo, puliscile  con uno spazzolino da denti  o uno stuzzicadenti.

– Usa l’aceto bianco per pulire la lavastoviglie

In una lavastoviglie vuota, posiziona un contenitore in cui avrai versato un bicchiere di aceto bianco, quindi imposta l’apparecchio  su un ciclo di acqua calda . In questo modo potrai disintegrare ogni residuo di sporco come grasso, avanzi di cibo o schiuma di sapone.

– Usa il bicarbonato di sodio per lucidare la lavastoviglie

Appena terminato il primo ciclo, togliere il contenitore dell’aceto bianco  quindi versare un  bicchiere di bicarbonato  sul fondo della macchina. Attivando un ciclo breve, la polvere agisce rimuovendo ogni macchia residua rinfrescando la lavastoviglie. In questo modo puoi assicurarne la pulizia. Puoi anche utilizzare il metodo del vetro  per sgrassare e igienizzare la tua lavastoviglie.