Press ESC to close

È meglio tenere le scarpe o toglierle durante un volo?

Non siamo tutti uguali quando si tratta di viaggiare in aereo. Per alcuni è un grande momento di piacere ed eccitazione, per altri è una vera e propria fonte di ansia e stress. C’è anche da dire che questo cocktail di emozioni varia a seconda di diversi fattori: la distanza da percorrere, le condizioni del volo, l’atteggiamento del personale, il meteo e perfino il comportamento dei passeggeri.

Perché dovresti toglierti le scarpe durante un volo?

Andare a piedi nudi in aereo

L’assistente di volo britannico Kris Major, nonché presidente del comitato congiunto dell’equipaggio della Federazione europea dei lavoratori dei trasporti, sa molto sui pericoli a bordo di un aereo. Dopo 24 anni di carriera, possiamo vedere chiaramente che ha visto di tutto e che ha dovuto affrontare tutti i tipi di situazioni, dalle più banali alle più complesse. Questa assistente di volo ha interagito con una moltitudine di passeggeri ansiosi, nervosi, angosciati o esigenti (da soli o accompagnati da bambini piccoli). Che si tratti di viaggi brevi o di voli lunghi più di 14 ore, dopo due decenni ha una grande esperienza nel settore dell’aviazione. Recentemente ha svelato un certo numero di consigli e segreti legati al cibo e al comfort a bordo dell’aereo, ma anche al comportamento in quota. Esattamente, cosa pensa Kris Major dei passeggeri che hanno l’abitudine di togliersi le scarpe dopo il decollo?

È infatti comune scoprire che alcuni passeggeri non si sentono affatto a proprio agio su un aereo. Hanno difficoltà a rilassarsi e ad addormentarsi, a causa dello stress, dei rumori fastidiosi degli altri viaggiatori o anche della mancanza di ergonomia dei sedili. Certo, non è facile dormire bene se la posizione del corpo è scomoda e soprattutto se lo spazio è troppo angusto. Inoltre, per trovare una parvenza di comfort,  molti viaggiatori si sentono più rilassati togliendosi le scarpe. In effetti, questo offre più comfort a bordo. 

Di per sé Kris Major non è contrario a togliersi le scarpe, anzi la considera una buona opzione per sentirsi più a proprio agio a bordo. Spesso incoraggia i passeggeri a farlo: a piedi nudi si ottiene il comfort e la circolazione sanguigna migliora. Tuttavia, questa pratica può essere mal accolta da alcuni e può addirittura diventare fastidiosa in un contesto specifico. Come spiega: “  Se vuoi toglierti le scarpe per goderti il ​​massimo comfort in aereo, non devi trascurare il buon senso e la buona educazione. In altre parole, è importante fare prima la doccia, lavarsi bene i piedi e indossare calzini puliti per rispettare gli altri passeggeri. Perché, ovviamente, se i tuoi piedi non hanno un buon odore, la cosa può diventare rapidamente fastidiosa e imbarazzante. “. Questo ha senso, ovviamente!  L’idea è di non puzzare l’aereo o infastidire gli altri viaggiatori.

Aeroporto: perché è obbligatorio togliersi le scarpe ai controlli di sicurezza?

A nessuno piace trattenersi in aeroporto, a volte può addirittura trattarsi di un vero e proprio percorso a ostacoli! Anche se non abbiamo assolutamente nulla da rimproverarci, continuiamo a temere il momento dei controlli doganali e di sicurezza. Tra le lunghe code, la paura di non aver confezionato correttamente i tuoi prodotti e la necessità di doverti togliere giacca, scarpe e gioielli, stranamente ti senti allo stesso tempo stressato e preoccupato. Ma, infatti, da dove nasce questo obbligo di togliere le scarpe?

Il motivo principale di questa misura di sicurezza risale al tentato attentato terroristico di Richard Reid, di origine britannica, nel dicembre 2001. Egli tentò di far esplodere una bomba a scarpa su un volo Parigi-Miami, subito dopo gli attentati dell’11 settembre negli Stati Uniti. Da lì, la TSA (Transportation Security Administration) introdusse subito questo standard di sicurezza in tutti gli aeroporti americani: la perquisizione delle scarpe divenne sistematica per evitare il minimo potenziale incidente. Questa misura è stata successivamente adottata in altri aeroporti del mondo. Nel 2006 è stato reso obbligatorio per tutti i passeggeri togliersi le scarpe prima di passare attraverso gli scanner. Tuttavia, dal 2011, lo standard è stato leggermente allentato per consentire ai bambini sotto i 12 anni e agli adulti sopra i 75 anni di tenere le scarpe.