Per pigrizia o semplicemente per mancanza di tempo, potremmo essere tentati di lasciare il bucato un po’ più a lungo nel cestello della lavatrice, dopo il lavaggio. Questa abitudine è sconsigliata e può persino influire sulla freschezza dei nostri vestiti. L’umidità, infatti, non è solo il formidabile nemico delle nostre case, ma anche del nostro bucato. Detto questo, scopri perché i vestiti bagnati non dovrebbero essere lasciati a lungo in lavatrice.

Al termine del ciclo di lavaggio è importante togliere i capi dal cestello della lavatrice. Questo permette di evitare diversi inconvenienti causati dall’umidità stagnante. Questo può, infatti, influire sulla pulizia del bucato appena lavato.

Perché i vestiti bagnati non devono essere lasciati a lungo in lavatrice?

Bucato in lavatrice

logo pinterest

Bucato in lavatrice. Fonte: spm

Quando si lascia a lungo il bucato in lavatrice,  l’umidità stagnante e il caldo favoriscono la crescita di muffe e batteri.  Questo è il motivo per cui il bucato ha un cattivo odore quando lo estrai dal cestello. In questo caso sarà necessario lavare la biancheria una seconda volta,  per far sparire gli odori di umidità. In questo caso sarà sufficiente un breve ciclo. Inoltre, cerca di non usare molto detersivo. Un sovradosaggio di detersivo per bucato  intasa solo la lavatrice nel tempo  e non garantisce un bucato pulito. I residui di detersivo  possono macchiare i vestiti. Ma non solo . Possono anche formarsi  uno strato impermeabile sulle pareti del serbatoio,  in cui si annideranno i batteri. L’ideale sarebbe utilizzare un detergente naturale, a base di aceto bianco  o sapone di Marsiglia. 

Si noti che è possibile aggiungere un po’ di bicarbonato di sodio al detersivo per bucato,  in modo da neutralizzare i cattivi odori nel bucato,  ripristinarne la lucentezza e ammorbidirlo. Inoltre, questo prodotto passepartout è rinomato per le sue proprietà deodoranti. Puoi usarlo  per assorbire gli odori nella tua casa,  specialmente quelli in cucina, o gli odori di muffa e muffa.

Bucato maleodorante nel cestello

logo pinterest

Bucato maleodorante nel cestello. Fonte: spm

Quanto tempo si possono tenere i vestiti in lavatrice?

Se non riesci a estrarre il bucato dal cestello, appena terminato il ciclo di lavaggio,  è possibile lasciarlo  in lavatrice fino a 8 ore. Infatti, secondo l’Institute of Home Science di Whirlpool Corporation, i batteri che causano cattivi odori iniziano a crescere solo se si lascia il bucato in lavatrice per più di 8 ore. Sappi però che se vuoi avere la biancheria fresca, devi stendere i vestiti all’aria aperta per asciugarli, non appena il ciclo di lavaggio è terminato.

Come mantenere i vestiti freschi dopo un ciclo di lavaggio?

Per avere un bucato fresco che emana un gradevole profumo, non solo devi estrarre i capi dal cestello, non appena il ciclo di lavaggio è terminato,  ma devi anche asciugarli bene. Infatti, se riponi i vestiti quando sono ancora umidi, rischi di  avere vestiti che hanno un cattivo odore. Detto questo, stendi i vestiti all’aperto quando il tempo è bello. Se invece piove, puoi stendere il bucato su uno stendino all’interno della casa,  a patto di scegliere un locale ben ventilato.  Tieni lo stendino  vicino a una finestra aperta, e non sovrapporre i vestiti, in modo che l’aria possa circolare meglio. Questo ti permetterà di velocizzare i tempi di asciugatura del bucato. In questo modo asciugherai i tuoi vestiti,  senza aumentare l’igrometria della casa,  o provocare la proliferazione di muffe.

Stendere i panni

logo pinterest

Stendere il bucato all’aria aperta. Fonte: spm

Per evitare cattivi odori sul bucato, è importante anche  effettuare regolarmente la manutenzione della lavatrice. I residui di detersivo  e le incrostazioni di calcare sono anche responsabili dei cattivi odori che permeano il bucato. Per disincrostare e sbloccare la lavatrice, puoi versare un litro di aceto bianco nel cestello ed  eseguire un ciclo a vuoto a 90°C.  Puoi utilizzare anche  altri prodotti naturali ad  azione detergente e antitartaro, come i cristalli di soda o l’acido citrico. Ricordati anche di pulire le fughe, utilizzando un panno in microfibra imbevuto di un po’ di aceto bianco. Pulire anche il filtro e le vaschette dell’ammorbidente e del detersivo.

Per avere capi profumati dopo il lavaggio in lavatrice, è importante estrarli dal cestello, appena terminato il ciclo, e asciugarli bene. In questo modo si evitano ristagni di umidità che provocano cattivi odori.