Nonostante una pulizia accurata, capita che dalle tubature del bagno escano cattivi odori. Molto sgradevoli, a volte sono difficili da eliminare perché il problema è spesso nelle fogne. Fortunatamente esistono soluzioni semplici e pratiche per rimediare a questo problema. Per questo non sono necessarie sostanze chimiche. Gli ingredienti necessari li troverete solo nella vostra cucina!

Anche quando è molto pulito, il bagno può soffrire di odori sgradevoli. La manutenzione delle tubature è quindi essenziale per garantire che questa stanza abbia un buon odore, soprattutto perché l’umidità e il traffico frequente possono peggiorare il problema.

Da dove vengono questi cattivi odori?

Se il tuo bagno ha un cattivo odore, probabilmente è dovuto a un problema alle tubature. Per essere sicuri basta avvicinarsi al lavandino o allo scarico della doccia. In genere, da queste fonti provengono odori ostinati e sono così forti che possono effettivamente danneggiare il tuo comfort. In particolare gli odori di fogna sono spesso legati al sifone, la parte curva del tubo che contiene sempre un po’ d’acqua e ha anche il compito di prevenire la risalita degli odori di fogna. Diverse cause possono spiegare il loro aspetto:

  • Un guasto idraulico, se lo sciacquone svuota il sifone della doccia o del lavandino
  • Un sifone difettoso che non blocca più i cattivi odori
  • Un’ostruzione che si è formata nel sifone a causa di capelli, residui di sapone o altri rifiuti, che favorisce la proliferazione di microbi
  • Cattivi odori provenienti dalla fossa presso l’impianto igienico-sanitario o mancata manutenzione

Le persone che vivono in appartamenti possono verificare se il problema è individuale o se riguarda tutti i componenti del condominio . Quando i vicini lamentano gli stessi odori sgradevoli, c’è una buona probabilità che gli odori fognari siano effettivamente collegati a un difetto degli impianti, come la mancanza di ventilazione.

Come eliminare i cattivi odori dalle tubature del bagno?

Non c’è niente di meglio di un consiglio fatto in casa per combattere i cattivi odori in bagno. Il segreto ? Unisci aceto bianco e bicarbonato di sodio. Insieme, questi ingredienti lavorano in sinergia per creare una reazione chimica che elimina questi profumi persistenti. Ecco come usarli:

ingredienti

  • 1 tazza d’acqua
  • 1 tazza di aceto bianco
  • 5 cucchiai di bicarbonato di sodio

Come procedere ?

Inizia facendo bollire l’acqua e l’aceto. Contemporaneamente togliete la griglia di scarico della doccia e versate il bicarbonato direttamente sulla superficie. Fai lo stesso con il sifone del lavandino.

Quando l’acqua e l’aceto arrivano a bollore, versare con attenzione il liquido sul bicarbonato e lasciare riposare per 30 minuti . La reazione chimica che si verifica farà sì che la miscela crei schiuma e aiuterà a pulire i tubi per eliminare l’odore di fogna. Tutto quello che devi fare è far scorrere l’acqua per far sparire questi profumi. 2 consigli per la manutenzione quotidiana delle vostre pipe

Cubetti di ghiaccio di aceto bianco

Per evitare cattivi odori nei vostri bagni, la manutenzione delle tubature è fondamentale. A questo scopo il consiglio della nonna si rivela formidabile. Per deodorare le aree che emanano un cattivo odore, versa l’aceto bianco nella vaschetta del ghiaccio. Poi mettetela nel congelatore e mettete un cubetto di ghiaccio una volta al mese negli scarichi. Per una manutenzione più regolare, potete versare un bicchiere di aceto nei bidet, nelle docce, nei lavandini o nelle vasche da bagno. Sarà sufficiente lasciarlo in posa qualche ora prima di risciacquare con acqua bollente.

Fondi di caffè

Ideali per eliminare facilmente le zanzare, i fondi di caffè sono adatti a numerosi usi domestici. Se hai l’abitudine di gettarlo nella spazzatura dopo aver bevuto la tua tazza di caffè, sappi che può esserti di grande aiuto per depurare le tue pipe. Le sue proprietà abrasive aiuteranno ad eliminare i residui incrostati nei tubi e potranno anche sbloccare il lavandino. Dopo qualche ora vedrai che i cattivi odori sono scomparsi! Evita però di usare questo consiglio troppo spesso perché rischi di ottenere l’effetto opposto e creare un blocco.