Interruttore, telecomando, cappa… Spesso ci dimentichiamo di pulire alcune zone della casa. Eppure trattengono microbi e batteri. Dai un’occhiata a questi 7 luoghi della casa che la maggior parte delle persone dimentica di pulire.

La manutenzione della casa non è un compito facile. Polvere e sporco si accumulano facilmente in tutti gli angoli e le superfici. Oltre a spolverare i mobili e lavare il pavimento, altri luoghi della casa hanno bisogno di essere puliti e disinfettati, ma spesso vengono dimenticati. Abbiamo tutto per te.

Quali sono i 7 posti della casa che la maggior parte delle casalinghe dimentica di pulire?

Ecco i 7 posti che le casalinghe possono dimenticarsi di pulire.

  • Pulisci il telecomando

Pulisci il telecomando

logo pinterest

Pulisci il telecomando. Fonte: spm

Maneggiato da tutti in casa, il telecomando deve essere regolarmente disinfettato. Per fare questo,  prima rimuovi le batterie  poi imbevi un panno in microfibra in una soluzione di acqua e aceto bianco e strofina il telecomando,  pulendo anche tra i tasti. Asciugalo con un panno pulito e asciutto, quindi sostituisci le batterie. Questa pulizia dovrebbe essere effettuata settimanalmente.

  • Pulisci la cappa della cucina

La cappa aspirante in cucina serve per  aspirare gli odori di cottura dai cibi. Aiuta anche a trattenere gli schizzi di grasso  per mantenere pulita la cucina.  Tuttavia, spesso ci dimentichiamo di pulirlo. Per mantenere la tua cappa aspirante, è importante  sgrassarla regolarmente.  Per fare ciò, rimuovere i filtri dalla cappa e immergerli in una bacinella di acqua calda. Questo  ammorbidirà il grasso e lo sporco e quindi facilitare la pulizia. Quindi versa un po’ di bicarbonato di sodio sui filtri e lascia riposare per un’ora. Non esitate a girare i filtri di tanto in tanto, soprattutto se non possono immergersi completamente nella vasca. Con una spugna morbida in microfibra,  strofinare i filtri per rimuovere il grasso. Quindi risciacquare e asciugare bene prima di rimettere a posto i filtri. Nota che oltre al bicarbonato di sodio puoi usare anche l’aceto bianco  che è uno sgrassatore e uno smacchiatore naturale. Per farlo è sufficiente immergere un panno in microfibra nell’aceto bianco, precedentemente riscaldato, quindi strofinare i filtri.

  • Pulisci il frigorifero

Pulisci il frigorifero

logo pinterest

Pulisci il frigorifero. Fonte: spm

Il frigorifero necessita di una manutenzione regolare  per eliminare batteri e cattivi odori.  Si consiglia di disinfettare l’elettrodomestico due volte al mese. Per fare ciò, pulire l’interno del frigorifero con una spugna in microfibra imbevuta di una soluzione di acqua e aceto bianco. Ricorda anche  di sbrinare il tuo frigorifero  per aumentare la vita delle tue apparecchiature, ma anche  per evitare un consumo eccessivo di energia  che grava sulla bolletta elettrica.

  • Pulisci il camerino

Lo spogliatoio è un vero nido di polvere. Necessita quindi di una pulizia regolare. Per fare ciò, prima svuotalo e poi aspiralo per rimuovere tutta la polvere. Quindi, pulisci le pareti e le aste con aceto bianco o preferisci l’alcol denaturato. Asciuga il camerino e arieggialo prima di rimetterti i vestiti.

  • Pulisci gli interruttori

Pulisci l'interruttore

logo pinterest

Pulisci l’interruttore. Fonte: spm

Gli interruttori della luce vengono spesso dimenticati durante la pulizia della casa. Eppure accumulano facilmente batteri. Ricordati di pulirli settimanalmente,  utilizzando un batuffolo di cotone imbevuto di alcool a 90°C. Strofinare quindi lasciare asciugare.

Gli interruttori possono anche essere puliti con una patata e latte detergente. L’amido di questo tubero è molto efficace  nello sciogliere i grassi. Strofinate gli interruttori con mezza patata, asciugateli con un panno, quindi imbevete un batuffolo di cotone nel latte detergente e passatelo sugli interruttori. Questo rimuoverà lo sporco che si trova ancora in giro e  metterà una pellicola protettiva sugli interruttori,  per proteggerli dallo sporco.

  • Pulisci le tende

Le tende spesso vengono dimenticate nella manutenzione della casa, eppure sono sempre sotto i nostri occhi. Le tende accumulano polvere  e devono essere lavate due volte l’anno. Per le tende in cotone, puoi lavarle in lavatrice a 30°C. Le tende in velluto e le velate devono essere lavate a mano, con acqua saponata. Per quanto riguarda le tende da doccia,  dovrebbero essere pulite più spesso,  preferibilmente una volta ogni due mesi. Attivare un ciclo di acqua calda a 60° per le tende in cotone,  e un ciclo a 30° per le tende in plastica.  

  • Pulisci i bidoni della spazzatura

Anche se sembra ovvio, spesso ci dimentichiamo di pulire i bidoni della spazzatura di casa. Dopo aver svuotato i bidoni della spazzatura in bagno o in cucina, strofinare le pareti interne con una spugna in microfibra imbevuta di acqua e aceto bianco o una pasta di bicarbonato. Risciacquare e asciugare all’aria per evitare cattivi odori che causano umidità.

Come avrai capito, mantenere gli angoli più piccoli ti garantisce una pulizia irreprensibile della tua casa.