La propagazione di un’orchidea può essere effettuata con diversi metodi popolari. Ma questi 6 metodi sono insoliti e danno risultati. Prova a radicare un’orchidea attraverso uno o più di essi!

1. Usando una spugna.

Per prima cosa, separa il gambo floreale dall’orchidea, tagliandolo il più vicino possibile alla base della pianta, quindi inseriscine un’estremità in una spugna. Avrai bisogno di un contenitore lungo e stretto (vaso) delle dimensioni del gambo del fiore reciso. Posizionate la spugna sulla sua base e spruzzatela con un po’ d’acqua. Lasciarlo in questa posizione per almeno 10 giorni. Quindi, controlla se i gambi dei fiori hanno messo radici.

2. Con l’aiuto di una patata.

Le orchidee possono anche essere propagate per foglie. Puoi provare a radicarli in una patata, praticando delle incisioni al suo interno. Le patate contengono amido e umidità sufficiente per nutrire e stimolare la radicazione. Coprite le patate su tutti i lati con il muschio di sfagno immerso nell’acqua. Affinché le foglie attecchiscano, ci vorrà del tempo (10-14 giorni). Resta da aspettare.

3. Con l’aiuto di una banana.

In questo caso, l’argomento è simile: la banana possiede un alto valore nutritivo e un’umidità sufficiente per radicare una bacchetta floreale. Tagliate le banane a metà e inserite il gambo, circondandolo con del muschio di sfagno umido. Nell’arco di 14-20 giorni (potrebbe volerci più tempo), trapiantare il fusto radicato in un vaso con substrato per orchidee.

4. Come in un habitat naturale.

Questo metodo imita l’habitat naturale delle orchidee: la foresta pluviale. Tagliate il gambo del fiore in 3 pezzi, immergendo ogni pezzo in un pizzico di carbone attivo. Quindi lega ogni stelo a un tronco, coprendoli da tutti i lati con fibra di cocco e muschio di sfagno bagnato. Per una maggiore comodità, legare i tronchi e lasciarli in un luogo soleggiato, lontano dai raggi diretti del sole. Spruzza periodicamente il muschio con acqua e controlla dopo due settimane se lo stelo floreale ha attecchito.

5. Metodo “Shock”.

Lo stress fa sì che le orchidee, come su qualsiasi altra pianta, attecchiscano. Versare l’acqua in un contenitore e coprirlo con una calza a rete.

Taglia una foglia di orchidea. Tienilo per qualche secondo sopra il vapore, quindi inseriscilo nel contenitore, attraverso un foro nella calza. La foglia può attecchire in soli 10-20 giorni!

6. Con l’aiuto della cera.

Un altro metodo insolito per radicare uno stelo floreale di orchidea è la cera. Sigillare il taglio con cera di candela e metterlo in un grande vaso con muschio di sfagno bagnato alla base (spruzzare con acqua). Copritela con pellicola trasparente e lasciatela in posa per almeno 10 giorni. Aerare periodicamente il contenitore e inumidire il muschio se necessario.

E questo metodo dà buoni risultati sotto forma di uno stelo di orchidea radicato!