Le nostre stufe a gas sono tra gli elettrodomestici più esigenti in cucina quando si tratta di manutenzione. Costantemente esposti a fuoriuscite di cottura, grasso, fuoriuscite e residui di cibo, è ovvio che la loro superficie deve essere pulita regolarmente per evitare l’accumulo di sporco. Per contrastare tutto questo senza stancarti, condividiamo con te alcuni consigli comprovati.

Come si pulisce una stufa a gas?

Se sei una di quelle persone che pulisce regolarmente la stufa, non è insormontabile! Prima di tutto, rimuovere le griglie, i fornelli a gas e gli ugelli per metterli da parte, quindi pulire qualche goccia di detersivo per piatti sul piano cottura con qualche goccia di detersivo per piatti. Quindi risciacquare con un panno umido e asciugare con un panno morbido. In ogni caso, questa è la pulizia più elementare!

Spugna più detersivo per piatti per pulire la superficie di una teglia

Il grasso si attacca al dispositivo e le macchie persistono? Spremere qualche goccia di limone e strofinare delicatamente prima di risciacquare e asciugare. Ma che dire delle macchie di grasso più ostinate? Non c’è bisogno di prodotti chimici! Ci pensiamo noi:

1. Bicarbonato di sodio e perossido di idrogeno

Hai a che fare con macchie particolarmente ostinate? Ci sono poche possibilità che resistano al duo di perossido di idrogeno e bicarbonato di sodio! I passaggi per l’uso sono semplici.

Come procedere?

  1. Per prima cosa, si rimuove lo sporco superficiale con un panno morbido;
  2. Quindi rimuovere i bruciatori e le griglie della stufa;
  3. Cospargere mezza tazza di bicarbonato di sodio sulle zone macchiate (dosare la polvere in base alle zone da pulire e alla durezza delle macchie)
  4. Versa mezza tazza di perossido di idrogeno in un flacone spray e poi spruzza il prodotto sopra il bicarbonato di sodio ed è piuttosto magico quello che succede. L’incontro dei due ingredienti crea una reazione che abbatterà tutto lo sporco, il grasso e i residui di cibo bruciato cotti sul fornello.
  5. Infine, finiamo con una salvietta imbevuta di acqua pulita e un’ultima passata con un panno asciutto. La superficie della tua stufa ora ha un bell’aspetto!

A proposito, sapevi che anche il sale grosso è un ingrediente che può salvare la giornata? Sì, questo condimento è l’ingrediente straordinario su cui puoi contare per far brillare il tuo piano cottura.

2. Aceto bianco e succo di limone

Bruciatore a gas

Si può dire con certezza che liberare i bruciatori a gas e gli ugelli dal grasso che si accumula al loro interno è un’altra questione. Ma d’altra parte, non c’è bisogno di farne un grosso problema quando sai come farlo in modo intelligente. Il processo non potrebbe essere più semplice.

Come procedere?

  1. Rimuovere le manopole della stufa e i bruciatori a gas;
  2. Preparare una soluzione con 1 litro di acqua calda, 1/2 bicchiere di aceto bianco e 1 bicchiere di succo di limone in una bacinella che possa raccogliere gli elementi dal fornello;
  3. Immergere i pezzi nella soluzione e lasciarla riposare per qualche minuto;
  4. Strofina le parti con una spugna, uno spazzolino da denti usato o una lana d’acciaio;
  5. Le macchie di grasso persistono? Immergi uno spazzolino da denti con una pasta di bicarbonato di sodio e strofina. Lasciare riposare, risciacquare e poi lasciare asciugare;
  6. Tutto quello che devi fare è rimettere i pezzi al loro posto.

Lo stesso principio si applica alle griglie. Vengono immersi in una bacinella riempita con la stessa soluzione e abbastanza grande da raccoglierli. Una volta completamente ammollati, puoi strofinarli con lana d’acciaio e pasta di bicarbonato di sodio. Risciacquare, lasciare asciugare e il gioco è fatto! Le griglie sono completamente sgrassate!

3. Aceto bianco e olio d’oliva

L’aceto bianco da solo è in grado di fare miracoli per allentare le superfici domestiche di ogni tipo, anche la stufa in acciaio inossidabile. È bene sapere che per migliorare l’effetto pulente dell’aceto bianco, puoi aggiungere olio d’oliva se vuoi dare una lucentezza alla tua stufa. Ecco quindi un trucco che, oltre ad offrire un effetto “due in uno”, è facilissimo da applicare.

Come procedere?

  1. Su un panno in microfibra, versare la quantità di due cucchiai di aceto bianco. Se preferisci, puoi sempre spruzzarne un po’ direttamente sul piano cottura;
  2. Strofinare per rimuovere lo sporco. Ripetere l’azione se necessario;
  3. E come tocco finale, pulisci la superficie della stufa con un panno morbido imbevuto di qualche goccia di olio d’oliva con movimenti circolari. Certo, è meglio essere puliti! Da un lato, l’aceto rimuove le macchie e dall’altro, l’acciaio inossidabile brilla grazie all’olio d’oliva.

A proposito, c’è ancora un importante promemoria da fare. Più a lungo si ritarda la pulizia di un piano cottura, più sporco si accumulerà, rendendo il lavoro più difficile… Quindi prendi nota di questi consigli della nonna e mantieni il tuo prezioso dispositivo per evitare lunghe sessioni di pulizia!